LETTERA DEL PRESIDENTE

Marchiori Giampietro Presidente e Istruttore di 1° livello

Ciao! Sono l' attuale presidente della Società A.T.A. Sagittario e credo, toccherà a me raccontare la storia di questa Asssociazione, visto che ho contribuito alla sua nascita e ne faccio tuttora parte. Non voglio cominciare con il menzionare le tante persone che hanno contribuito con il loro lavoro e la buona volontà per raggiungere gli scopi primari della associazione, ma voglio cominciare proprio dagli scopi primari che si vogliono perseguire "Fondamento e Stimolo per il quale tutti i soci A.T.A. credono e vogliono". Dandone importanza e merito, facendoci crescere e sentire importanti in quello che facciamo. L' Associazione di tiro con l' arco di Castel Goffredo ha lo scopo di valorizzare gli arcieri di ogni divisione e federazione, creando nel suo interno un riferimento globale del tiro con l' arco, si sviluppa attraverso gli arcieri e le loro iniziative dando spazio a chi per questioni di tecnica o non agonismo viene lasciato in disparte, unica regola importante è sentirsi arcieri e ricercare in sé stessi la gioia di colpire i propri obiettivi.

Ricordo ancora i bei giorni passati in compagnia di un amico. Lui tirava con un compound e lo sgancio meccanico, ed io con l' arco nudo, a montare ogni volta il campo per tirare (due vecchi materassi con un pacco di cartone scocciato per il bersaglio) e poi si contavano i passi in un viottolo di campagna. Altre persone si vollero cimentare con l' arco ma era soltanto un vai e vieni di curiosi che ci mettevano più preoccupazione che interesse, fino al novembre del 1989 quando l' allora presidente della Polisportiva di Castel Goffredo ci propose di creare una associazione che successivamente poteva essere Sezione della Polisportiva. Cercando fra gli amatori "i più convinti" creammo un consiglio direttivo con un nome, un regolamento e lo statuto, così già a gennaio del 1990 eravamo anche sezione della Polisportiva con uno spazio per le riunioni e un piccolo contributo annuo speso per rimpiazzare i vecchi materassi. La Polisportiva ci diede anche una lingua di terreno fra il campo da tennis e lo stadio Don Aldo per tirare. Ma non fu accettato da noi per questioni di sicurezza, così dovemmo usufruire di un campo in attesa di coltivazione fuori Castel Goffredo in località Villa. Subito si era pensato che non saremmo cresciuti di numero essendo il campo in aperta campagna, ma invece fra il 1991 e il 1992 eravamo in trenta sotto un' unica bandiera, il campo però doveva essere coltivato, così ci dovemmo spostare in un' area di Cavriana che ci aveva segnalato uno dei soci (ex scavi archeologici via fontana) previa manutenzione dell' area avevamo il campo e altri soci di quel paese. Cominciammo a fare manifestazioni divulgative e organizzare gare amichevoli,  nei paesi limitrofi partecipavano alle amichevoli organizzate da altre società, si era creata una famiglia con tante aspirazioni diverse e con tanto entusiasmo fino a quando, come succede sempre, qualcuno volle scegliere una strada più libera da impegni o costrizioni. L' associazione con metà dei suoi consiglieri si trovò a decidere se seguire la strada della continuità oppure restare associazione amatoriale libera da impegni sportivi e regolamentari. Dopo varie discussioni e valutazioni si decise per la Fitarco e il settembre del 1993 fu fatta l' iscrizione alla federazione convogliando gli allora iscritti ad un senso più sportivo della disciplina e rendendo possibile il riconoscimento di una nuova area per lo svolgimento delle gare di calendario e gli allenamenti nel Comune di Castel Goffredo. Ad Aprile del 1994 fu inaugurato il nuovo campo di tiro con l' arco con una grande festa, finalmente potevamo entrare negli occhi della gente di Castel  Goffredo come Sport con tutti i requisiti di una Associazione al servizio degli appassionati del tiro con l' arco con due istruttori e anche qualche Sponsor. Come gratitudine all' attenzione portataci dal comune di Castel Goffredo e Polisportiva, col nostro lavoro gratuito, stipulammo un rapporto con le scuole elementari che ci permetteva di avere contatto diretto con le classi più giovani e capire come era sentito il nostro Sport dai bambini più piccoli e devo dire che per cinque anni del rapporto per i nostri istruttori è stata un'esperienza oltre che importante per loro anche la più bella ed avvincente (un bel gioco). Nei due anni che seguirono aprimmo il settore giovanile di tiro con l' arco per la provincia di Mantova. Sostenuti con grande passione dal Comune, dalla Polisportiva e dalla Federazione, sempre con lo stesso entusiasmo, sempre pronti ad inventare qualcosa per divertire, invogliare gli arcieri piccoli e grandi che avessero anche la più piccola voglia di tirare con l' arco senza dimenticare la nostra proverbiale serietà e professionalità negli intenti data dalla grande capacità organizzativa del suo gruppo Direttivo e Tecnico che non segue un modello ma segue un movimento. Negli auspici dell' Associazione vi è la ricerca di associati che abbiano come noi un denominatore comune che è il TIRO CON L' ARCO sempre alla ricerca di ciò che sentiamo, apprenderlo e trasmetterlo così che duri nel tempo e cresca assieme a noi, tutt'ora diamo piena disponibilità alle Scuole Medie e i rapporti con la popolazione di Castel Goffredo sono ottimi anche se il tiro con l' arco si trova fra gli sport minori in una Polisportiva con tante sezioni come quella di Castel Goffredo che vanta di essere una delle più grandi nella provincia di Mantova. La nostra associazione si rende visibile con il suo campo in una zona importante sul territorio urbano che da solo racconta il lavoro e il continuo impegno per renderlo sempre più bello e importante con i suoi colori, le sue gare, il suo verde "sempre come un giardino", i suoi Soci i suoi dirigenti sempre a vostra disposizione, che siate della nostra Associazione o di altra Società mettiamo voi al primo posto, voi ARCIERI.